Mobirise

calendar cinema poster


CINEMA DANTE


Al Glebe Community Centre, 175 Third Avenue
(angolo Third Avenue and Lyon Street South)
In collaborazione con il GNAG

Pagina aggiornata il 27 novembre, 2017


films poster

Il grande sogno


SUMMARY ***** RÉSUMÉ

  • 24 Gennaio, 2018 - alle 19h

  • Regista: Michele Placido
  • Interpreti: Riccardo Scamarcio, Jasmine Trinca, Luca Argentero.

  • 2009, drammatico, a colori, durata 101 minuti

  • * In italiano - sottotitoli in italiano
  • * In italian - Italian subtitles
  • * En italien - sous-titres en italien

  • TRAMA E RECENSIONE


    Il grande sogno

    Nicola è un giovane poliziotto che ama il teatro e vorrebbe diventare attore. Laura è una studentessa universitaria di matrice cattolica pronta a lottare contro l'ingiustizia. Libero è un leader del movimento studentesco. Gli anni sono quelli che precedono, attraversano e seguono il 1968 e i suoi rivolgimenti. Nicola, infiltrato dai suoi superiori nel movimento, si innamorerà di Laura e cercherà anche di comprendere un mondo che gli è al contempo congeniale e lontano.

    Michele Placido decide di raccontare se stesso e la sua gioventù. Lo fa cercando di descrivere mondi differenti che si incontrano/scontrano in un periodo di fermenti sociali e culturali. L'operazione riesce a metà perché il dato personale e autobiografico al contempo frena e fagocita lo sguardo complessivo. Placido non è il primo a farsi in qualche modo condizionare dalla narrazione di se stesso.

    È sufficiente citare l'Almodovar de La mala educacion per ricordare come il regista spagnolo abbia costruito il suo film più algido proprio quando basava il soggetto su esperienze personali adolescenziali.
    Placido qui non sembra essere stato il regista di Romanzo criminale, in cui pure narrava della relativamente recente storia sociale e politica dell'Italia. La tensione che percorreva quel film, offrendoci una lucida lettura di fatti più o meno noti, finisce qua con il disperdersi. Il grande sogno si ritrova con il dire di più del complesso rapporto con la liberazione sessuale dei suoi protagonisti di estrazione sociale diversa che non del complessivo 'grande sogno' di una generazione.

    Anche se i paragoni sono sempre azzardati non si può non pensare a La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana in cui, quasi rileggendo uno degli slogan dell'epoca, il privato si faceva politico e viceversa. Qui è come se ci fossero due film in uno. L'uno narra delle vicende amorose di Nicola, Laura e Libero e l'altro delinea un ritratto di quegli anni esplorato con uno sguardo forse inconsciamente unilaterale.

    Uno sguardo che, e in questo Placido è scopertamente sincero, è ancora quello del poliziotto Michele che osserva, senza davvero comprenderlo fino in fondo, un tentativo di cambiare il mondo per lui tanto confuso quanto in fondo velleitario perché dai sogni ci si risveglia. In giorni poi di rinnovata polemica sul 'cattocomunismo' il personaggio di Laura (che resta positivo nonostante le sue contraddizioni e ha una matrice cattolico progressista) finisce col far nascere quesiti sul 'chi produce cosa' nel nostro sempre più complicato Paese.

    [http://www.mymovies.it/film/2009/ilgrandesogno/]


    The big dream


    In 1968, in Rome, at the famous La Sapienza University, a group of young people's occupying the institution, starting in the city's famous revolt of students. The group of students is led by the proletarian Libero, son of unemployed workers of Fiat, who wants to attack the gaming bourgeois political and Italy and permanently to change the future for the youth of the country.

    The police opposes him, while the upper class student Laura falls in love with Libero. In the meantime, however, the Rome police plan to stifle the student revolt, and among these is the young Nicola, who secretly loves the theater, and so wants to star in a famous company. When Laura meets Nicola, changes perspective and the two fall in love.

    Nicola has the task of the police to infiltrate him in the group in protest, and to discover the weak points because the police can attach the students with more simplicity.

    But as soon as the attack begina one day, without warning, Laura discovers the true nature of Nicola, and breaks the love affair with him. The young policeman, while Libero flees to Sicily, avoiding arrest, decides to devote himself entirely to the theater.

    [https://en.wikipedia.org/wiki/The_Big_Dream_(film)]


    Le rêve italien


    Nicola, un beau jeune homme de la région des Pouilles (Sud de l'Italie) est policier mais rêve de devenir acteur. Il va devoir infiltrer un monde étudiant en pleine effervescence.

    A l'université, il rencontre Laura, une jeune fille de la bourgeoisie catholique italienne, étudiante brillante et passionnée qui rêve d'un monde sans injustices, et Libero, leader du mouvement étudiant qui rêve de révolution.

    Entre eux trois naissent des sentiments et de fortes passions... Cette histoire s'inspire de l'expérience autobiographique de Michele Placido, policier, qui, une fois arrivé à Rome, décida de prendre le chemin de l'art dramatique... son grand rêve.

    [http://www.allocine.fr/film/fichefilm_gen_cfilm=137311.html]