posters_mural
Settembre - Novembre 2016
Al Glebe Community Centre
20 settembre Il ragazzo invisibile
4 ottobre Mia madre
18 ottobre Perfetti sconosciuti
1 novembre A Bigger splash
15 novembre Il vento fa il suo giro
29 novembre Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio
Per conttattarci:

Società Dante Alighieri
Comitato di Ottawa

1026 Baseline Rd
Ottawa, ON
K2C 0A6
Canada

Pagina aggiornata 26 ottobre - 2017 © Società Dante Alighieri - Ottawa
Al
Glebe Community Centre
175 Third Avenue (angolo Third Avenue and Lyon Street South)


In collaborazione con il GNAG

 Mercoledì 29 novembre --- 2017 --- 19h 
Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio

RÉSUMÉ ***** SUMMARY
Regia di: Isotta Toso

Con: Paolo Calabresi, Roberto Citran, Vincenzo Crivello

2010, dramma; a colori; durata 100 minuti.

poster Roma. La Piazza Vittorio del titolo, si trova al centro dell'Esquilino, storico quartiere romano, residenza borghese della burocrazia di fine Ottocento. Circondato dalla Roma più turistica e mondana, la sua vicinanza alla stazione centrale ne ha fatto negli anni, come in tutte le metropoli del mondo, un variegato luogo di approdo e stratificazione etnica e culturale. In un suo vecchio palazzo umbertino si snodano le vicende di un eterogeneo gruppo di inquilini, una piccola "folla multietnica" segnata da forti differenze culturali, di provenienza, di religione, di modi di intendere la vita. Nell'ambiente chiuso del palazzo e del condominio si consuma lo "scontro di civiltà" in cui tali differenze emergono prepotentemente nel quotidiano e diventano malintesi, piccole prevaricazioni, diffidenze. Le storie dei personaggi seguono i propri percorsi, incrociandosi l'un l'altra in ragione di una condivisione forzata dello spazio, del quartiere, del palazzo e del suo ascensore, puntualmente all'origine di tante dispute condominiali. Ognuno di questi personaggi esprime la sua solitudine, il suo male di vivere, offrendo uno spaccato, un sunto della sua esperienza di vita, le sue riflessioni e i suoi sentimenti in una prospettiva sociale. Una morte improvvisa rompe il già instabile equilibrio condominiale. Tutti possono essere potenziali assassini e tutti si trovano ad incolparsi lìun l'altro. Saranno loro, insieme, allontanando per un momento ogni contrasto, a svelare al commissario il nome dell'assassino, al posto di quell'unico testimone, che però non può parlare: l'ascensore.
[https://www.comingsoon.it/film/scontro-di-civilta-per-un-ascensore-a-piazza-vittorio/47983/scheda/]

In italiano *** sottotitoli in inglese


Clash of Civilizations Over an Elevator in Piazza Vittorio

A decadent building in Rome, filled with residents that can't find ways of connecting with each other, goes through a critical condition when some of the people opt to ignore the new rules concerning the use of the elevator. Tension rises between neighbors, families and outsiders from many different cultural and social backgrounds, and those clashes reveal attitudes of ignorance and prejudice.
[http://www.imdb.com/title/tt1327809/plotsummary?ref_=tt_ov_pl]
In Italian *** English subtitles




Dans un immmeuble de Piazza Vittorio, à Rome, des personnes de différentes origines, confessions et cultures tentent de cohabiter. L'entrée de la copropriété est gérée par Benedetta, concierge intolérante et curieuse, en permanence préoccupée par l'utilisation et la propreté de l'ascenseur. Son animosité est partagée par Madame Fabiani, qui ne vit que pour l'amour de son chien et le mépris de Maria Cristina, sa femme de ménage équatorienne, avec une fille à charge. Le professeur Marini, un universitaire, prend soin d'elle et de sa fille, tandis que Dandini, gérant du bar, lui rappelle sans cesse, et non sans agacement, ses origines milanaises. Les frères Manfredini vivent au dernier étage. Marco, avocat, a cessé de plaider suite au dramatique suicide de son père en prison. Lorenzo, surnommé "Gladiateur", vit de petits trafics et meurt de façon mystérieuse dans l'ascenseur. On accuse du meurtre Amedeo, habitant modèle et philanthrope. Nurit, une iranienne exubérante en attente de l'asile politique, tente désespérément de le défendre et de faire entendre sa voix. Obstinée et d'un courage exemplaire, c'est elle qui réussit à convaincre tous les habitants de l'immeuble de laisser leurs querelles de côté et de venir en aide à Amedeo, de le soutenir, de le blanchir peut-être… Les vies, les solitudes de ces gens si différents vont se croiser, s'entremêler à travers leurs actions quotidiennes, le partage de l'espace, du quartier, de l'ascenseur.
[http://www.festival-villerupt.com/imgs/index.php?id=8&archive_id=207&lang=fr]

En italien *** sous-titres en englais